Crea sito
Privacy Policy

associazione.gif

bandiera-scozia.png

LO SCOZZESE E IL GAELICO SCOZZESE

Il termine "scozzese" si applica alla gente di Scozia di oggi, la quale è una terra scarsamente popolata, in particolar modo la parte nord detta Highlands: la maggior parte della popolazione infatti vive nelle Lowlands e parla dialetti germanici anglosassoni (lingua Scots o Lowland Scots, detto anche Lallans, la variante scozzese di Lowland), da non confondersi con l'inglese scozzese (ossia la variante dell'inglese parlata in Scozia). Non esiste infatti un unico dialetto scozzese ma varie forme dialettali a seconda dell'area (nord, centro, sud e insulare). Robert Burns scriveva le sue poesie in scozzese, ossia in dialetto.

Gàidhlig

I primi Celti a sbarcare in Scozia furono gli Scoti un antico popolo celtico originario dell'Irlanda che nel IV sec si insediarono nella Highlands e nelle isole e si mescolarono con un'altra tribù celtica autoctona, i Picti (o Pitti) di cui si conosce quasi nulla. La loro lingua è considerata la lingua madre ovvero il gaelico scozzese che è limitato storicamente alle Highlands, le isole Ebridi e il Galloway (Scozia sud-occidentale).

Dopo la disfatta di Culloden (1746) il Nord della Scozia venne martoriato, depredato e spopolato (con la trovata delle "Clearances" per creare aree di caccia per i cervi e i pascoli per le pecore!) e Highlander divenne sinonomi di montanaro e di arretratezza culturale; a partire dagli anni 60 le persone di lingua gaelica erano considerate con una certa sufficienza: Teuchter era il termine utilizzato dagli scozzesi delle Lowlands per indicare un abitante delle Highlands di lingua gaelica (Gàidhealtachd), un modo dispregiativo per dire "rozzo monatanaro" o anche "campagnolo"; negli anni 70 le nuove generazioni non usavano più insegnare il gaelico ai figli, anche se lo conoscevano perchè imparato quando erano piccoli. Sebbene non esistesse una legge scritta l'uso del gaelico era fortemente scoraggiato nelle scuole, la maggior parte dei gentori desideravano che i figli imparassero un inglese corretto e il gaelico era considerato una lingua barbara, arretrato e da ignoranti parlato solo dalle classi inferiori. 

Eppure il gaelico scozzese non si è estinto, oggi gode di un riconoscimento legale e viene insegnato nelle università ma anche a livello scolastico fin dalle elementari, e parlare il gaelico è molto "trendy"!


 

APPROFONDIMENTO

http://www.open.edu/openlearnworks/
mod/oucontent/view.php?id=4568&section=6.1

https://robertopaganieu.wordpress.com/
2012/02/10/gaidhlig-albanach-introduzione-al-gaelico-scozzese/

 



2.gif