Privacy Policy Lovely on the Water
Crea sito

associazione.gif

note.gif

LOVERS SEPARATION ON THE SEA

Il tema della separazione tra i due innamorati è molto diffuso tra le ballate popolari e quella tra marinaio e giovane fidanzatina risale sicuramente al 1700: immancabile il richiamo ai pericoli del mare e alla dura vita sulle navi!

 

6c085d66a68d2153076def6f38c358bd.jpg

The Sailor's Farewell -George Morland, c.1790

 

LOVELY ON THE WATER

La canzone, raccolta da Ralph Vaughan Williams agli inizi del 1900, sembrerebbe provenire da una broadside ballad dal titolo "Henry and Nancy, or the Lover's Separation." la cui pubblicazione è fatta risalire tra il 1860 a il 1880. La storia inizia nell'idillio della primavera con due innamorati che passeggiano, ma quello è il loro addio, l'uomo (non si sa se volente o nolente) deve andare in guerra

 

TESTO E TRADUZIONE vedihttp://terreceltiche.altervista.org/jackaroe/

FAREWELL NANCY

Anche intitolata "Lovely Nancy" o "Adieu Lovely Nancy" la versione si configura propriamente in forma di dialogo, in cui lui il bel marinaio in partenza per i mari del Sud, dissuade la fidanzata che vorrebbe seguirlo travestendosi da mozzo, dicendole che il lavoro sulla nave non è cosa per le femmine!

TESTO E TRADUZIONE vedi

ADIEU SWEET LOVELY NANCY

Dal repertorio tradizionale della Famiglia Copper del Sussex la ballata è stata trascritta nel primo numero del Journal of the Folk Song Society, Vol.1, No.1, nel 1899. Una versione diffusa anche in Australia e intitolata "Lovely Nancy". A volte confusa con la precedente la ballata in questa emerge una figura di marinaio molto tenera e appassionata: la povera fanciulla stretta nell'abbraccio del bel marinaio nel sentirsi sussurrare tali parole doveva sentirsi scorrere scariche di elettricità e di desiderio per tutta la schiena, per non parlare delle farfalle nello stomaco! In questa versione è solo l'uomo a parlare..

 

TESTO E TRADUZIONE vedi

 

donna-marinaio.jpg

LA RAGAZZA GUERRIERA

C'è peraltro un discreto filone tra i canti del mare, che narrano di fanciulle innamorate che si travestono da marinaio, pur di attraversare l'Oceano per andare alla ricerca del loro fidanzato, che le ha lasciate per emigrare in America. I titoli vanno in "Maid that's deep in love" (vedi), "Blue Jacket And White Trousers", "Short Jacket" (vedi) e "The maid in sorrow" ma tutte raccontano la stessa storia: la fanciulla (tra)vestita da uomo si imbarca come mozzo e viene notata dal capitano, il quale resta turbato dal nuovo marinaio al punto di innamorarsi; solo giunti a riva però la fanciulla rivela la sua vera identità e il capitano ammirato dal suo coraggio, le giura amore eterno e le chiede di sposarlo. In alcune versione lei rifiuta ben determinata a trovare il suo innamorato (è risaputo che le donne celtiche sono fedeli, perlomeno nelle ballate popolari).

Tra il genere possiamo annoverare anche la murder ballad intitolata "Willy Taylor" (vedi) Il genere è ripreso anche nella ragazza che si traveste da soldato per andare in guerra al fianco del proprio innamorato o al posto del fratello/padre (vedi)

 

(Cattia Salto marzo 2014 e luglio 2014)

2.gif