Privacy Policy LA BASSA DANZA nel Medioevo
Crea sito

associazione

coppia-medioevo.gif

LA MANFREDINA

Secondo Antonio Cornazano la bassadanza (basse danse) è "regina dell'altre mesure", danza dall’incedere lento e solenne, nell’area francofona trova nella corte dei duchi di Borgogna uno dei suoi centri di diffusione.

Per spezzare la monotonia del tempo quaternario, si alternava a danze in metro ternario saltellate: come per l'abbinamento de La Manfredina e la Rotta della Manfredina.

Le coppie in fila camminano con "passi strisciati" su di una musica lenta, codificata più precisamente nei trattati del 1500, nasce nel 1300 come una "passeggiata" (promenade) e si evolve nella Pavana delle corti rinascimentali italiane.

I PASSI

La basse danse è formata da più passi (che per comodità vengono indicati con la lettera iniziale) combinati all'infinito in diverse misure.

R: révérence, ovvero la riverenza che un tempo tutti i gentiluomini sapevano fare, si porta il piede sinistro in avanti e si piega il ginocchio della gamba destra mentre la sinistra resta tesa il braccio destro accompagna il piegamento del busto in avanti con uno "svolazzo" (si porta la mano destra in alto vero il cuore e si abbassa portandola verso il fianco sinistro)

r: reprise (démarche), ovvero la ripresa contrassegnata dalla lettera r , si porta il piede sinistro indietro (apro di sinistro indietro) e si riporta di nuovo in avanti accanto al piede destro

b: branle, un termine che in italiano si traduce come dondolio, perchè è un movimento che imprime al corpo una leggera oscillazione, si porta il piede sinistro di lato (apro di sinistro a sinistra) e si riporta di nuovo di lato accanto al piede destro. Si potrebbe considerare quindi una sorta di ripresa laterale

E veniamo ai passi veri e propri quelli cioè che danno il movimento perchè fin'ora la posizione del danzatore è quella ferma.

Sono i passi basi della danza medievale ovvero il passo semplice e doppio

s: simple, ovvero il passo semplice, piede sinistro in avanti, unire il destro al sinistro; il passo si può eseguire anche come due passi cioè piede sinistro in avanti e piede destro in avanti

d: double ovvero il passo doppio piede sinistro in avanti, unire il destro al sinistro, e ancora piede sinistro in avanti, unire il destro al sinistro; il passo si può eseguire anche come tre passi cioè piede sinistro in avanti e piede destro in avanti e piede sinistro in avanti

«Due passi semplici, un passo doppio, una démarche e un branle richiedono lo stesso tempo».

 

VIDEO ecco come vengono eseguiti i passi descritti (The Renaissance Dance Crew)
VIDEO un altro modo per interpretare gli stessi passi della descrizione

Con il sistema delle lettere è facile riportare una sequenza di passi schematizzandola ad esempio nell' Orchésographie Thoinot Arbeau descrive la bassadanza come una concatenazione di tre parti (misure) (che si articolano in base alle battute musicali)

- basse danse

R b ss drd r b - ss dddrd r b - ss d r b congé

- il retour della basse danse

b d r b - ss dddrd r b congé

 

a cui fa seguire un tourdion

 

bassa-danza1.jpg

In questo affresco in cui gli uomini portano le sottane (si nell'ultima coppia della fila quello vestito di rosa è un uomo).. vediamo le coppie in passeggiata - e alcune sembrano conversare tranquillamente tra di loro: la dama è alla destra dell'uomo nella coppia capofila, m poi le altre coppie sono invertite, presumo si tratti di una "svista" prospettica del pittore! Curioso anche il modo di tenersi per il braccio: è l'uomo a mettere il proprio braccio attorno a quello della donna!

 

bassa-danza2.jpg

 

In questa miniatura la posizione delle coppie è quella "standard" con la donna a destra dell'uomo e la presa è di mano con il braccio tenuto leggermente piegato.

 

 

MUSICA

Manoscritto di Londra, anonimo toscano 1300

IPOTESI DI RICOSTRUZIONE

LA MANFREDINA

Probabilmente le prime bassedanze erano semplici, così trovo interessante e non del tutto inappropriata la ricostruzione proposta dal Tanzgruppe Domenico

VIDEO Manfredina e Rotta. La bassa danza viene risolta come una farandola lenta utilizzando solo il passo doppio segnato dal piegamento del ginocchio sul primo passo, la catena si riunisce nel cerchio e per variare la monotonia si introduce il mezzo giro per voltarsi verso l'esterno. Ad un certo punto la catena si divide in sotto gruppi di quattro e poi di due che proseguono il girotondo disponendosi lungo una circonferenza. L'ultima figura è quella delle onde in cui le coppie passano alzano il ponte o passano sotto all'arco delle braccia della coppia che hanno di fronte con un movimento che richiama l'andamento sinuoso della musica; così disponendosi sono pronti per il successivo ballo, più vivace, della Rotta

VIDEO questa proposta abbina il passo semplice e quello doppio con il branle per la "promenade" e poi si lancia in una serie di cambi posto frontali e giravolte

LA ROTTA

Il passo particolare della rotta è quello saltato ripetuto in 4 tempi abbinato al passo saltellato (ossia il passo terzinato)

VIDEO in questa ricostruzione si alterna uno scambio posto frontale (ripetuto due volte) a un cambio posto in diagonale (ripetuto quattro volte) mantenendo sempre il movimento in senso orario
VIDEO le figure sono molto articolate e complesse con giri, catene ritornanti e caccia d'amore (sicuramente un po' troppo evolute per il Trecento)

 

 


2.gif