Crea sito
Privacy Policy

associazione.gif

ANI.%20rossa.gif

MUMMING 

La tradizione del travestimento e dei mimi travestiti è molto antica e diffusa un po' per tutta Europa: uomini che indossano maschere e costumi tradizionali o estemporanei come quelli carnevaleschi (ma sempre ritualizzati) cantano, ballano, recitano (o mimano) per esorcizzare gli spiriti maligni e i demoni di modo che ogni nuovo anno possa iniziare purificato e carico di energia positiva. Sono chiamati nelle isole britanniche "mummers" o "guisers", ma anche "morris dancers".

Nella festa di Mezz'Inverno i Mummers andavano a visitare i loro vicini di casa in casa, cantando e ballando, un'usanza solstiziale che richiama certe tradizioni celtiche di Samain (vedi).

I Mummers si accompagnavano con i musicisti nelle notti di Natale a fare fracasso e a suonare per le strade e davanti alle case.
Queste visite notturne vennero chiamate Wandering Waits, alcuni studiosi ritengono che il nome derivi dal tipo di strumento utilizzato il wayte o oboe che corrisponde al piffero o ciaramella della nostra tradizione popolare natalizia, strumenti che si accompagnano alla zampogna o cornamusa dei pastori.

 

Ma i Mummers erano anche degli agili danzatori e si esibivano con le spade  (continua) o con fazzoletti e campanelli (Morris dance).

 

mummers.jpg

Manoscritto XIV sec Bodleian Library, Oxford

 

 

Tuttavia il mumming implica anche una sorta di "sacra rappresentazione", nata dalla tradizione popolare ma anche dai guitti di professione che a Natale mettevano in scena una recita con personaggi stereotipati incentrata sul rito di morte-rinascita proprio di molte tradizioni solstiziali e di fine d'anno: il capo comico vestito da Babbo Natale era l'incarnazione dello Spirito del Natale; il capitano turco ovvero l'infedele, San Giorgio il santo patrono dell'Inghilterra, il drago e il dottore. Con grida e urla il cattivo capitano sfida San Giorgio a duello e ovviamente muore. Ma il dottore lo riporta in vita e lo induce al pentimento. San Giorgio ingaggia la battaglia finale con il drago e lo uccide; ancora una volta il dottore riporta in vita la vittima, ma San Giorgio spiega che il drago nella storia muore e quindi lo uccide ancora e il drago, un drago malconcio e simpatico, muore con grande strepito. continua

 

 

graphics-music-notes-549074.gifASCOLTA The Husbandman and the Servingman o Singing the Travels è un canto che faceva parte di una recita medievale di mummers dal titolo The Seven Champions of Christendom da Symondsbury nel Dorset.  qui

(Cattia Salto, dicembre 2013)

 

2.gif