Privacy Policy TERRE CELTICA: la musica della tradizione popolare
Crea sito


associazione

MUSICA CELTICA?

Nessuna testimonianza della musica degli antichi Celti o Galli è giunta fino ai nostri tempi, perciò con il termine di Musica Celtica, si è voluto intendere, oggi, la musica popolare dei molti paesi europei dalle ormai remote origini celtiche: Irlanda, Scozia, Galles, Bretagna e Galizia e Italia settentrionale.

Si comprendono anche quelle aree geografiche intercontinentali che hanno risentito dell’influenza della cultura celtica esportata dagli immigrati irlandesi e scozzesi negli Stati Uniti e nel Canada e più in generale si includono anche le forme musicali rock basate sulle caratteristiche proprie della tradizione celtica.

 

Una musica strumentale che le singole tradizioni hanno caratterizzato, dando poi nomi diversi a strutture simili, dei canti che hanno come matrice comune la ballata di origine medievale e che sono stati poi interpretati con idiomi diversi. La musica popolare iniziò ad essere stampata nel Cinquecento su dei fogli che in Gran Bretagna erano detti “Broadsides” (in italiano "fogli volanti"): il testo non era scritto con la musica, ma si indicava solo il titolo della melodia perché era già conosciuta da tutti i lettori.

Sempre viva però rimase la trasmissione orale tra musicisti e appassionati, finchè molti ricercatori e studiosi trascrissero melodie e testi a partire dal Settecento e più diffusamente nell'Ottocento, per arrivare al grande lavoro di ricerca etnografico e di registrazioni sul campo operato più sistematicamente nella prima metà del Novecento.


arpaceltica.gifRumore del vento sulla cima delle montagne, canto del mare, nebbia sulle verdi colline tra l’erica e i cespugli di uva spina...

Immagini e sensazioni evocate da un arpeggio sfiorato sulle corde dell'arpa, un gorgheggio del flauto che richiama il frusciare delle foglie nel vento, le sonorità antiche e brillanti dell'irish bouzouki e il lamento della cornamusa e del violino, l'energia del tamburo...

La musica celtica richiama un'atmosfera particolare, magica e arcana fatta di struggenti melodie e di vocalità fuori dal tempo dalle quali traspare l'incanto della natura. Ma la musica celtica è anche la musica dell'allegria e della gioia, jigs e e reels più sfrenate, delle danze di socializzazione, delle drinking songs e delle ballads.

 

Quali sono le origini della musica celtica?

La musica celtica è essenzialmente una musica melodica e uno degli strumenti principali di tale musica è semplicemente la voce.

Tra le caratteristiche peculiari di queste forme musicali la complessità melodico-ritmica riveste il ruolo principale. Raramente si troveranno importanti elementi di concetti propri della musica "occidentale", quali l'armonia ed il contrappunto. Fin dalle sue origini, la musica celtica è quindi una forma musicale solistica: se vi capitasse di ascoltare una band tradizionale irlandese, composta ad esempio da due violini, un flauto ed un accordion, quello che ascoltereste sarebbe in realtà il suono di quattro parti solistiche eseguite simultaneamente. Talvolta potrà accadere che un musicista suoni un'ottava sotto rispetto agli altri, ma per lo più quando due o più musicisti suonano musica tradizionale irlandese (o scozzese), essi suonano la melodia all'unisono.

(Alfredo De Pietra continua)

 

celt72x256.gifBLOG TERRE CELTICHE: a partire dal dicembre 2012 ho aperto questo blog per ll’analisi del testo (e la genesi storica) delle canzoni etichettabili genericamente come “musica celtica”, e creato un ARCHIVIO in ORDINE ALFABETICO e per CATEGORIE (Cattia Salto)