Crea sito
Privacy Policy

associazione.gif

"O LA BORSA O LA VITA"

Le campagne irlandesi del Seicento-Settecento erano la terra degli highwaymen fuorilegge (outlow) dalle origini nobili che scelsero la strada per combattere la loro personale battaglia contro i ricchi possidenti inglesi o scozzesi venuti in Irlanda ad impossessarsi delle terre di famiglia!!

Erano stati "Tories" (i confederati irlandesi del XVII secolo detti comunemente "conservatori") o "Rapparees" e furono personaggi popolari e famosi la cui vita e imprese erano cantate nelle ballate. Nella tradizione popolare irlandese queste bande di briganti erano capeggiate di solito da una figura affascinante, amata dal popolo e non priva di un codice morale cavalleresco, perchè si ergeva in difesa dei deboli, dei poveri e degli oppressi. Così rubare al ricco non era considerato un furto o disonorevole, quando la ricchezza era stata accumulata con lo sfruttamento della povera gente o con il sopruso! E' la figura leggendaria di Robin Hood il fuorilegge gentiluomo che difende il popolo dalle ingiustizie!!

 

 

I FUORILEGGE IRLANDESI DEL XVII, XVIII E XIX SECOLO

Rapparee è una parola irlandese che significa "armato di picca corta", (la tipica arma delle rivoluzioni nel 700) con cui venivano chiamati i guerriglieri irlandesi che lottarono per la causa giacobita negli anni 1690. Essendo bande di irregolari erano per lo più dei razziatori in appoggio ai soldati regolari nella "Williamite War" in Irlanda (1689-1691). Alcuni, suggestionati da queste figure picaresche, traducono il termine come "re degli spadaccini" (dall'irlandese ri per re e dal francese rapier per spada). Rapier del resto è lo "spadino"
Dal punto di vista degli inglesi sono dei comuni briganti, per gli irlandesi invece sono dei patrioti, accomunati ai gruppi para-militari dell'IRA, quali più antichi eroi che combatterono armi in pugno contro la colonizzazione inglese. Negli anni dei "Troubes" le ballate sui rapparees vogliono far vedere l'IRA come una organizzazione di combattenti per la libertà, non come una banda di criminali.

 


Anche sul versante scozzese non mancavano i briganti che rapinavano gli incauti viaggiatori, ed erano per lo più rampolli di clan sconfitti ed espropriati delle loro terre in favore di clan più potenti e "prepotenti" che si davano alle razzie di bestieme e al bracconaggio vivendo nella macchia. Il Border scozzese era il Far West del Medioevo scozzese e anche qui nel 1600 spuntano gli highwaymen (che nel secolo precedente erano detti reivers).

Le loro storie ricalcano dei luoghi comuni, sono sempre belli (e ben vestiti) e amati dalle donne, abili spadaccini e provetti tiratori, forbiti nel parlare e colti, a volte poeti. Nella tradizione irlandese il fuorilegge può essere annientato solo con mezzi sleali o con il tradimento, ciò lo rende un martire da venerare. Spesso quando il fuorilegge viene meno al codice morale improntato alla difesa del più debole, viene punito con la sconfitta. In questo senso il codice morale è un imperativo categorico, quasi un gessa (divieto) in senso celtico.

I PERSONAGGI E LE LORO BALLATE

William Brennan: William visse tra la fine del Settecento (1770 circa) e il primo decennio dell’Ottocento e di certo fu un popolare bandito anche se le sue notizie biografiche sono avvolte nella leggenda. Forse nato a Kilworth, nella contea di Cork egli si diede alla macchia dopo aver visto cacciare la sua famiglia dalle terre che lavorava. In altre versioni si trattava di un soldato disertore, di certo il suo terreno di caccia era la contea di Cork. 

ASCOLTA BRENNAN ON THE MOOR: TESTI E TRADUZIONE continua

 ASCOLTA GILDEROY TESTI E TRADUZIONE continua 

Redmond O’Hanlon (c. 1620 – 1681) conosciuto come il Robin Hood dell’Ulster (Irlanda del Nord) perché oltre a derubare gli inglesi (o a fargli pagare una “tassa” di protezione perché nessuno li rapinasse), restituiva gli affitti pagati dai contadini irlandesi, rubandoli ai ricchi proprietari terrieri inglesi ai quali erano stati appena versati. 

 ASCOLTA WHISKEY IN THE JAR  TESTI E TRADUZIONE continua

Éamonn Ó Riain (Edmund Ryan 1670 - 1724): Edmond (ovvero Ned) era un giovane rampollo degli O'Ryans di Knockmeoll, Atshanbohy, vicino a Upperchurch Contea di Tipperary diventato fuorilegge sotto la regina Maria (affiancata dal marito Guglielmo III) la sua vita riassume un po' tutte le vicissitudini passate dai molti rapparees irlandesi del XVII e XVIII secolo: la famiglia di origini cattoliche si vede privata dal possesso della terra dopo la conquista di Cromwell (Act for the Settlement 1652); in difesa della povera gente contro i soprusi dei conquistatori, Edmond si dà alla macchia e poi combatte nella "Williamite War" del 1689-1691; dopo il trattato di Limerick (1691) invece di fuggire come "Wild Geese" continua la sue scorrerie contro i proprietari terrieri protestanti e i militari inglesi; viene tradito per denaro da un suo amico che gli taglia la testa mentre dorme tranquillo ospite nella sua casa!

ASCOLTA NED OF THE HILL: TESTI E TRADUZIONE continua

 (Cattia Salto ottobre 2013 e integrazione ottobre 2015)

 

2.gif