Privacy Policy Canti tradizionali di Natale
Crea sito

associazione.gif

NOEL NOUVELET

Tradizionale canto natalizio francese del XV secolo il cui titolo si traduce in “Nuovo canto di Natale ricco di notizie”, veniva cantano a Capodanno. Nel XVIII secolo si è diffuso anche in Inghilterra in una versione in inglese.

La melodia è diventata anche una danza popolare ed è stata utilizzata per l’inno di Pasqua "Now the Green Blade Riseth".


E' uno dei tanti canti di Natale in cui gli angeli portano la buona novella ai pastori, che accorrono ad adorare Gesù bambino, così anche i Re Magi al seguito della Stella portano i loro ricchi doni.

 

Del testo esistono varie versioni, ma quella standard è di 13 strofe ridotte di circa la metà nelle versioni più recenti.


ASCOLTA
 Anùna, versione molto magica anche nel video

I
Noel nouvelet! Noel chantons icy;
Devotes gens, crions a Dieu merci!
CHORUS
Chantons Noel pour le Roi nouvelet, Noel nouvelet!
Noel chantons icy!

II
L'ange disait! pasteurs partez d'ici!
En Bethleem trouverez
l'angelet.
CHORUS

III
En Bethleem, etant tous reunis,
Trouverent l'enfant, Joseph, Marie aussi.
CHORUS

IV
Bientot, les Rois, par l'etoile eclaircis,
A Bethleem vinrent un matinee.
CHORUS

V
L'un partait l'or; l'autre l'encens bem;
L'etable alors au Paradis semblait.
CHORUS


ASCOLTA
Loreena McKennitt

I
Noel nouvelet! Noel chantons icy;
Devotes gens' rendons a Dieu merci;
Chantons Noel pour le Roi nouvelet;
CHORUS
Noel nouvelet! Noel chantons icy!
II
En Bethleem' Marie et Joseph vy'
L'asne et le boeuf' l'Enfant couche parmy;
La creche etait au lieu d'un bercelet.
CHORUS
III
L'estoile vint qui le jour esclaircy'
Et la vy bien d'ou j'etois departy
En Bethleem les trois roys conduisaient.
CHORUS
IV
L'un portrait l'or' et l'autre myrrhe aussi'
Et l'autre encens' que faisait bon senty:
Le paradis semblait le jardinet.
CHORUS
V
En douze jours fut Noel accomply;
Par cinq vers sera mon chant finy'
Par chaque jour j'en ai fait un couplet.
CHORUS


TRADUZIONE ITALIANO DELLA VERSIONE di ANUNA
Natale è arrivato di nuovo, cantiamo il Natale
Gloria a Dio! Ora le sue Lodi si innalzano ai Cieli
Cantiamo il Natale per il Re appena nato
Natale è arrivato di nuovo, cantiamo il Natale

Gli Angeli hanno annunciato ai pastori “Venite ad adorare l’agnello del Re, nato a Betlemme”. Nella mangiatoia i pastori trovarono il Bambino con Maria e Giuseppe. Poi arrivarono i Re che seguivano la Stella, portando doni preziosi da terre lontane. Hanno portato oro, incenso e mirra e la povera stalla sembrava il paradiso

 

LA VERSIONE INGLESE del XVII sec di autore anonimo

NOEL NOUVELET, SING WE A NEW NOEL

 

Noël nouvelet, sing we a new Noël;
Thank we now our God, and of His goodness tell;
Sing we Noël to greet the new born King;
Noël nouvelet, a new Noël we sing!

 

Waking from my sleep, a vision came to me;
For before my eyes there stood a flow'ring tree,
Where on a bright red rosebud I did see.
Noël nouvelet, a new Noël sing we!

 

How my heart did glow, with inward joy divine!
For with rays of glory did the rosebud shine,
As when the sun doth blaze on break of day.
This new Noël sing we: Noël nouvelet!

 

Then a tiny bird ceased joyous song to say
Unto certain shepherds: "Haste you now away!
In Bethlehem the newborn Lamb you'll see."
Noël nouvelet, a new Noël sing we!et!

 

Mary and Joseph in Bethl'em they found,
Where the Infant lay, with ox and ass around,
And for a crib, their manger full of hay.
This new Noël sing we: Noël nouvelet!

 

So, upon my bed, I saw these wonders all,
Dreaming of a Child, an Infant Child so small:
Jesus of Naz'reth, called a King to be.
Noël nouvelet, a new Noël sing we!


NOTE

3) L’immagine di Giuseppe e Maria che una volta arrivati a Betlemme fanno il giro degli alberghi e delle locande e li trovano tutti pieni a causa del censimento è falsa. Tutto nasce dall’aver tradotto erroneamente la parola greca “katàlyma” di Luca 2,7 in “albergo” invece che in “alloggio o stanza”. Per decenni trovavamo scritto in quel versetto “…perché non c’era posto per loro nell’albergo” mentre nella nuova traduzione italiana della Bibbia del 2008 troviamo “… perché non c’era posto per loro nell’alloggio”[camera per gli ospiti o alloggio superiore].

Se Giuseppe era originario di Betlemme, se qui aveva i parenti e se probabilmente era intenzionato a stabilirvisi definitivamente come è possibile che non avesse una sua casa per alloggiare? Considerando il fatto che per i popoli orientali l’ospitalità era un dovere sacro, sul quale si giocava il proprio onore, sembra inverosimile che, se ce ne fosse stato bisogno, nemmeno un parente vedendo Maria incinta abbia ospitato i due.

Inoltre ogni abitazione di quei tempi in Palestina era costituita da un’unica stanza centrale dove si faceva tutto (anche dormire). Generalmente però ogni casa aveva qualche ambiente più piccolo riservato come deposito, per eventuali ospiti o per le partorienti. Infatti bisogna ricordare che quando una donna ebrea dava alla luce un figlio, restava impura per 40 o 80 giorni, a seconda che il bambino fosse maschio o femmina, per la perdita di sangue che aveva sofferto. E gli oggetti e le persone che toccava diventavano impuri. E per gli ebrei una persona impura non poteva frequentare il tempio né entrare in relazione con altri. Da qui l’usanza di far partorire le donne in una stanza appartata della casa.

Quindi, le cose probabilmente sono andate così: Giuseppe e Maria alcuni mesi prima del parto vanno a Betlemme con l’intenzione di stabilirvisi definitivamente. Alloggiano nella casa che Giuseppe aveva a Betlemme. A causa del censimento molta gente era tornata in paese e la casa di Giuseppe era piena di parenti (sia la stanza centrale che quella appartata). Per non offendere nessun parente i due si ritirano nella stalla che ogni casa di Betlemme aveva e che nel caso di Giuseppe era una grotta. Infatti il Vangelo di Matteo ci dice che la stella condusse i Magi fino ad una “casa” (Mt 2,11). (tratto da vedi)

 

 

FONTI
http://www.hymnsandcarolsofchristmas.com/
Hymns_and_Carols/NonEnglish/noel_nouvelet.htm

(Cattia Salto aggiornamento 2012 e integrazione dicembre 2013)

2.gif